Booking.com ti sta “Rubando” visite al sito

Sei su Booking? Forse c’è una cosa che non sai

Prova a scrivere il nome della tua struttura su Google. Con tutta probabilità vedrai che in alto, in “giallino” c’è un risultato di Booking.com che ha proprio come titolo il nome della tua struttura.Booking in pratica fa di tutto pur di conquistare un tuo cliente, che magari già ti conosce e non avrebbe problemi a prenotare dal tuo sito!Ovviamente questa non possiamo chiamarla pratica commericiale scorretta perché è tutto scritto nel contratto ma è senz’altro qualcosa di irritante! Usa il  TUO nome, della TUA atività per portare prenotazioni sul SUO portale!

Ma io mi chiamo Francesco e risolvo problemi e questo, ti assicuro, è arginabile con un po’ di astuzia e di conoscenze.

Ti spiego: il risultato con lo sfondo giallino appare perché booking paga Google per ogni click che riceve sul suo annuncio. Booking usa il sistema pubblicitario Adwords puntando su parole chiave come “B&B roma” “B&B milano” ma anche su parole come “B&B tizio e caio roma” “B&B casa del sole milano” ecc..

Come risolvere questa situazione? Crea anche tu un annuncio adwords e inizia a “Puntare” sulla parola chiave col nome del tuo B&B. In questo modo apparirai al di sopra dell’annuncio di Booking e sarà più semplice indirizzare un visitatore indirizzato al TUO B&B sul sito del tuo B&B e non su Booking.com

Sei sai già usare nel dettaglio Adwords non avrai problemi nell’applicare la tecnica che ti ho descritto. Se invece vuoi imparare ad usarlo e iniziare a recuperare i clienti che ogni giorno Booking e gli altri portali ti rubano è arrivata l’ora di agire, impara questa e molte altre tecniche leggendo il mio manuale.

[TRUCCO] Promuovere un B&B con Stile. (Anche per una giornata di pioggia!)

Qui si parla di Promuovere un B&B con precisione, efficacia ma anche con un po’ di stile, no?
pioggia

Il metodo che ti propongo oggi per promuovere un B&B (con gusto e stile) è l’abbinare la promozione ad eventi/avvenimenti speciali. <<Come posso promuovere un B&B in eventi speciali?>> Ti starai chiedendo..

Pensiamo a San Valentino. E’ un evento speciale in cui poter promuovere un B&B? Come poterlo promuovere?

” “]

  • Tramite una pagina sul tuo sito (Obbligatorio!)
  • Su Tripadvisor (se sei un Business Listing)
  • Sui vari portali che offrono tali offerte
  • Su Adwords (Consigliato)

Concentriamoci sul Primo e Quarto punto. Come poter strutturare un’offerta vincente per promuovere un B&B? Eccoti spiegata brevemente la mia strategia d’attacco!

” “]

  1. Pensa a qual è il prossimo evento da promuovere ( Concerto di vasco, natale, capodanno, giornata di pioggia romantica e cantare insieme “Singing in the rain”, Ponte dei santi, immacolata ecc..)
  2. Crea una mini campagna Adwords con parole chiave come “Concerto vasco roma” “concerto di vasco a roma” “roma concerto vasco”
  3. Notato un errore? All’inizio di ogni frase tra virgolette scrivi sempre la parola magica “B&B”!!
  4. Avvia la campagna nelle 4 settimane prima dell’evento

Nel caso di Vasco stai attento a capire se l’utente potrebbe volere davvero il tuo B&B! Sei vicino allo stadio? Puoi raggiungerlo facilmente? Promuovere un B&B non significa  buttare soldi su Adwords.

Una volta sul tuo sito, portali direttamente ad una pagina dedicata “Concerto di Vasco!!” Rimani con noi a questo prezzo super speciale.

Divertiti a pensare e creare un’offerta, divertiti a sorprendere i tuoi visitatori, divertiti con la filosofia “Stilosa” di Occupy B&B!

Ah, un’ultima cosa , Da poco è disponibile (solo per una settimana) il mio ebook che ti spiega come promuovere il tuo B&B in modo che definirei quasi “scientifico”. Puoi scaricarlo gratuitamente sulla tua posta elettronica in meno di 30 secondi tramite il modulo che trovi alla tua destra.

E’ un ebook che hanno scaricato, nella sua passata edizione, quasi 190 gestori di B&B e agriturismi in tutta Italia e che ha avuto molto seguito.

Solo una cosa: dopo averlo scaricato, non passarlo ai tuoi colleghi “in zona” altrimenti potrebbe rivelarsi un boomerang nei tuoi confronti.

All the best,

Francesco  😉

Risparmia su Adwords/ parte 2: La rilevanza del tuo annuncio conta!

rilevanzaUn altra via per diminuire i costi AdWords è intervenire sulla pertinenza degli annunci . (Non hai letto la prima parte? clicca qui).

Devi anzitutto sapere che NON è vero che chi paga di più appare SEMPRE prima degli altri, altrimenti sarebbe una corsa al migliore offerente e questo articolo non avrebbe ragione di esistere .

Google, per rendere positiva l’esperienza dell’utente che ricerca B&B nel suo portale, ha introdotto un nuovo parametro: il punteggio di qualità.

Tale punteggio di qualità è calcolato per ogni parola chiave inserita nel tuo account e scardina completamente la logica del migliore offerente.

Nello scorso articolo abbiamo parlato di CTR e alcune tecniche per aumentarlo; oggi parliamo di Rilevanza.

Come aumentare la rilevanza per aumentare il punteggio di qualità (e quindi abbassare drasticamente i costi)?

Partiamo dal concetto di rilevanza: La Rilevanza si riferisce alla

” “]

  • Rilevanza della “Parola Chiave” rispetto all’annuncio
  • Rilevanza della “Parola Chiave” rispetto alla query di ricerca
  • Rilevanza della landing page nei confronti della “Parola Chiave” e dell’annuncio

Quindi ecco i miei consigli per tenere bassi i costi:

” “]

  • Inserisci la Parola Chiave all’interno dell’annuncio (meglio se nel titolo)
  • Non fare listone di parole chiave , suddividile in “Gruppi di annunci” secondo la loro semantica
  • Cerca una rilevanza tra “parola chiave” digitata dall’utente —> “Parola chiave” che inserisci tu —> Annuncio visualizzato. Fa’ in modo che questo sistema sia il più coerente possibile con le intenzioni iniziali dell’utente
  • Inserisci la parola chiave e rendila regina nella Landing Page, ovvero la pagina dove il visitatore “Atterrerà” dopo aver cliccato sul tuo annuncio.
  • Questo quinto punto serve a ricordarti che il secondo punto è fondamentale.
  • Questo sesto punto serve a ricordarti che il secondo punto è fondamentale. Ho reso bene l’idea?

Esempio: ( A me piacciono tanto gli esempi )

Crei una listona di parole chiave tipo:

” “]

  • B&B firenze
  • bed breakfast firenze
  • dormire a firenze
  • vacanze a firenze
  • b&b economici a firenze
  • b&b economico a firenze
  • b&b centro firenze

Collegata all’annuncio:

B&B Economico a Firenze
Massimo relax e confort per te
a Firenze, chiamaci ora!

 

Quindi se uno scrive “B&B centro firenze” gli appare l’annuncio in alto.

Ti sembra una cosa normale? A me non proprio.

 

Se io cerco un B&B CENTRALE a Firenze, voglio vedere un annuncio coerente e rilevante con ciò che ho scritto. Crea gruppi di annunci per grupi semantici di parole chiave per aumentare il CTR, aumentare il punteggio di qualità e abbassare i costi.

 

Ora come esercizio ripeti il mantra: Occupy B&B, Occupy B&B Occupy B&B!!!

A Presto 😉

Francesco

Come Pagare la Metà in Adwords rimanendo in prima Pagina

marketing per b&bAdwords è costoso se non sai come usarlo.

A sinistra vedi una piccola rielaborazione grafica di un account che ho seguito negli ultimi mesi.

Ciò che vedi è il Costo per Click medio giornaliero che era arrivato a livelli inimmaginabili. Una volta iniziata l’ottimizzazione della campagna tale CPC è sceso del settanta percento prima di stabilizzarsi nuovamente .

Diminuire il CPC (rimanendo sempre in una buona posizione) non è impossibile: bisogna intervenire sul punteggio di qualità delle parole chiave del tuo account Adwords .

 

Ma facciamo un passo indietro.

Devi anzitutto sapere che NON è vero che chi paga di più appare SEMPRE prima degli altri , altrimenti sarebbe una corsa al migliore offerente e questo articolo non avrebbe ragione di esistere.

Google, per rendere positiva l’esperienza dell’utente che ricerca B&B nel suo portale, ha introdotto un nuovo parametro: il punteggio di qualità.

Tale punteggio di qualità è calcolato per ogni parola chiave inserita nel tuo account e scardina completamente la logica del migliore offerente.

Un esempio ? Il B&B Dante paga per la parola chiave “B&B Firenze” quasi 70 centesimi a click, il B&B Ariosto, per la stessa parola chiave e la stessa posizione del suo concorrente, paga 39 centesimi a click.

Cosa fa la differenza? Il punteggio di qualità !

 

Cosa concorre a migliorare il punteggio di qualità?

” “]

  • Il CTR della parola chiave
  • La pertinenza dell’annuncio e del sistema coerente
  • La Landing Page

Lo so, sono cose con cui non hai a che fare ogni giorno. Oggi ti parlo del CTR e ti do una tecnica per migliorarlo (e quindi per migliorare il punteggio di qualità!)

Il CTR è il Click Through Rate : una percentuale. La percentuale di Click che riceve il tuo annuncio diviso il numero totale di visualizzazioni che esso riceve. Se quindi esso riceve 325 visualizzazioni e 8 click, il CTR sarà di 8/325= 2,46%

Facile, no?

Facile calcolarlo, piuttosto. Ora domandiamoci: Come posso aumentare il CTR?

Risposta: Ricevendo più click!

Domanda: Come ricevo più click?

Risposta: Rendendo gli annunci più interessanti per chi li legge.

Quindi: Rendi gli annunci più appetibili per chi cerca una data parola. Ora ti faccio un esempio, indovina qual è l’annuncio meglio ottimizzato per le parole “B&B Firenze”:

 

villa firenzevilla firenze

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ho fatto dei test. Indovina quale dei due annunci ha ricevuto CTR Maggiore fruttando il 70% in meno del Costo per Click? Il secondo.

Non voglio, almeno in questo articolo, “Darti la pappa pronta”.

Prova a capire quali sono le tecniche dietro il secondo annuncio (che lo hanno portato ad avere un maggiore CTR) e scrivine uno anche tu nei commenti in basso!

Iimmagina di non aver visto il secondo annuncio e libera la tua creatività (ricorda il limite di caratteri 25 per il titolo e 35 per le righe).

Aspetto il tuo commento, ti darò una valutazione personale!

Francesco – Occupy B&B

 

Come raggiungere un cliente che abbandona il tuo Sito

palla che rimbalzaVedi questo pallone? Rappresenta un Potenziale ospite che arriva sul tuo sito e Rimbalza.

Potrà sembrarti una definizione grossolana ma in Web Analytics è proprio così che viene definita: “Bounce, Rimbalzo“.

Tecnicamente è quando un ospite vista la tua home page, decide di non approfondire la sua visita e tornare su Google o chiudere la pagina .

 

Quella visita ti è costata:

Tempo , se hai risposto ad una mail dell’ospite indicando il tuo sito o  Denaro se ci hai investito in pubblicità (per esempio da Adwords o altri sistemi pubblicitari a pagamento).

Quindi, dopo questo rimbalzo, cosa possiamo capire? Io penso essenzialmente due cose:

” “]

  • Il tuo sito è brutto . E’ un dato di fatto, baby, altrimenti la visita sarebbe stata un minimo più approfondita.
  • Il visitatore è perso . E non lo recupererai neppure con l’intercessione del Dalai Lama.

Detto questo; sul primo punto scriverò nei prossimi giorni degli approfondimenti su come rendere il tuo sito decente.

Per quanto riguarda il secondo punto pensi si possa fare qualcosa per ovviare a tale problema?

La mia risposta a questa domanda vale ORO colato, perché, sin’ora, non ho visto NESSUNO adottare questa tecnica tra le centinaia di B&B che ho analizzato online.


La parola magica è REMARKETING.


Spiegandolo in poche parole:

Per remarketing s’intende quell’attività che permette di raggiungere nuovamente i Potenziali Ospiti che hanno già mostrato interesse verso un determinato prodotto o servizio (in questo caso la tua struttura).

 

Il remarketing è una tecnica di marketing specialistica che si sta diffondendo soprattutto su internet, dove è possibile profilare le abitudini e i desideri dei clienti in maniera scientifica.

 

Molti programmi pubblicitari su internet presentano delle opzioni dedicate esclusivamente al remarketing. Un esempio è il sistema Google AdWords, che permette di pianificare nei dettagli l’attività di remarketing.


Quali sono i vantaggi del Remarketing?

” “]

  • Raggiungi chi è estremamente interessato al servizio che offri. Sai già, infatti, che la persona che ha raggiunto il tuo sito sta cercando esattamente un’attività come la tua nella tua città. E’ il potenziale cliente IDEALE!
  • Lo raggiungi per un periodo di tempo che scegli tu. Una volta che il Potenziale Ospite ha abbandonato il sito, per X giorni vedrà i tuoi annunci sparsi nella rete pubblicitaria di Google. Se sai che solitamente la decisione viene presa in 12 giorni , allora tale limite di tempo sarà sufficiente per RIconvincerlo.
  • Proporre Offerte Specifiche. Se nella tua home ci sono già i prezzi, forse ha abbandonato per via dei prezzi troppo alti e dell’assenza di promo. Perché allora non indirizzarlo su una pagina creata apposta per lui con prezzi e promozioni dedicati ad un cliente che ha scelto di darti la sua fiducia per la seconda volta?

Il remarketing, come hai visto, è una risorsa Fenomenale e può portare a grandi risultati .

Se NON conoscevi questa tecnica SCRIVI un commento in basso . In questo modo capirò che tale argomento ti interessa e, se vuoi, potrò approfondirlo in post successivi.

Prosit!

Francesco – Occupy Bed and Breakfast !

Come vendere le camere a un Prezzo Maggiore della concorrenza [solo per SuperEroi]

batmanVoglio farti diventare il supereroe della vendita delle camere . Lo so, detta così sembra poco credibile ma voglio portarti a fare un ragionamento che probabilmente hai fatto prima di me altre mille volte ma come premessa è importante.

 

Immagina un tuo potenziale ospite (che noi chiameremo Bruce)  che invia una maxi richiesta (tramite il portale bed-and-breakfast.it)  a 80 strutture in una città a vocazione turistica, magari Monopoli, Venezia, Gallipoli, Matera, Siena o mille altre.

 

A tal punto il nostro Bruce riceverà sul suo indirizzo di posta elettronica la risposta di circa 80 Gestori di Bed and Breakfast interessati a vendere il loro prodotto.

Bruce non è mai stato nella tua città, quindi non ha preferenze di zone specifiche e nessuno gli ha consigliato di andare in un B&B specifico. Bruce ha una TOTALE scelta libera.

Il primo approccio  che ha col gestore, abbiamo detto, è l’email di risposta .

 

Caro il mio Gestore, E’ inutile che ti fai tante sovrastrutture mentali: La prima cosa che Bruce guarderà sarà il prezzo. Puoi includere nel pacchetto anche un thé con la regina Elisabetta ma Bruce non prenoterà se:

” “]

  • Il tuo prezzo è sconsideratamente alto
  • Bruce ha 17 anni e l’unica cosa che vede è il costo
  • Bruce vuole la soluzione più economica possibile

Se la casistica riportata sopra ha un riscontro nel potenziale cliente, c’è poco da fare. Quel cliente non sarà tuo.

 

Tuttavia il bacino di categorie di persone che richiedono la disponibilità di una camera è di gran lunga maggiore rispetto ai casi elencati prima e tu dovrai agire su tali categorie per Vendere le tue Camere ad un Prezzo Maggiore.

 

Recentemente ho scritto un articolo su “Come scrivere una Email di Risposta a un Potenziale Ospite“. Con l’articolo che ora stai leggendo andremo ad inserire nuovi componenti alla tue Email con un obiettivo in mente: convincere chi ci sta leggendo che le nostre camere nonostante i prezzi leggermente superiori alla media sono la soluzione più adatta alle sue esigenze .

Con la mia larga esperienza sul campo ho elaborato  4 metodi che usati singolarmente danno risultati poco più che accettabili.

Usati insieme hanno portato ad un  miglioramento del tasso di risposta dell’ospite del 30/34% (Test effettuato su 6 gestori che ho seguito personalmente)

Ecco i 4 Metodi da attuare per Vendere le tue Camere a prezzi medi superiori a quelli di Mercato.

” “]

  • Metodo Numero 1: Crea fiducia nel potenziale Ospite.

Creare fiducia con una singola email è molto difficile ma possibile e questo è un modo semplice ma estremamente efficace per farlo. Vai sulla tua pagina Tripadvisor e leggi i commenti che hanno scritto gli ospiti sul tuo conto. Selezionane due e scrivili su un Documento Word.

Una volta effettuato tale passaggio, salva il documento: in questo modo potrai accedervi ogni volta che vorrai.

Su tale foglio word ora hai 2 recensioni positive lasciate da altri sul tuo conto. E’ stato dimostrato che l’80% delle persone si fida delle recensioni lasciate su Tripadvisor.

Per questo ti chiedo di incollarle IN CIMA alla tua email di risposta. Avrai solo un’occasione per far bello il tuo B&B davanti al potenziale ospite quindi non buttare questa occasione.

L’ospite deciderà in una manciata di secondi se leggere a fondo la tua email o lasciar perdere. Scrivere la tua email iniziando con:

” “]

Ciao Sono Carmela del B&B Casa del Sole, ecco cosa alcuni ospiti hanno scritto di noi:

“Ci avevano detto che Matera è bellissima, ma non avremmo mai immaginato tanto! Noi ci siamo trovati molto bene e il prezzo, per essere in altissima stagione, era più che onesto: 65 Euro a camera (usufruendo di un piccolo sconto prenotando online). ” Marco T. da Milano”

” “]

  • Metodo Numero 2: Differenziati dalla Concorrenza

Non disdegno una sana competizione tra gli albergatori.

Fai in modo che il tuo e SOLO il tuo B&B metta in luce un aspetto particolare che gli altri B&B non hanno.


Hai un pannello fotovoltaico? Hai la colazione biologica? Hai un gattino tenero che fa le fusa? Sei gay friendly? Hai una colazione speciale per i vegetariani o i vegani? Hai il cuscino che viene direttamente dal Nepal?la tua posizione?

Scrivi alcuni di questi benefici subito sotto le recensioni.

Se sarai sintetico il potenziale ospite leggerà ben volentieri due o tre righe. In pochi mettono ben in evidenza i benefici di pernottare nel loro B&B, dai al potenziale ospite una VALIDA ragione per scegliere TE.

” “]

  • Metodo Numero 3: Siamo garantiti perché

Questa è una strategia che io definisco.. Killer! Non la usa nessuno ma ti garantisce, a parità di costo e servizio con un altro B&b, di avere la meglio su di esso.

Devi usare le frasi: “Siamo garantiti perché i controlli igienico sanitari sono frequenti e scrupolosi”, oppure “I nostri prodotti vengono conservati a temperatura controllata e sono solo di stagione” oppure ancora “Garantiamo costante pulizia grazie al coambio frequente di lenzuola”. In questo modo instillerai nel lettore il dubbio che scegliendo altre strutture tali controlli o garanzie non potrebbero essere così scrupolosi come vengono eseguiti da te

” “]

  • Metodo Numero 4: Non dare del Lei 

Non sei un Hotel. Il lei crea distanza e freddezza. Cambiando il Lei in seconda persona sarà più semplice entrare in confidenza col lettore e creare un legame empatico. Per il lettore tutti i B&B sono più o meno uguali, ma se sarai tu a farlo sentire speciale, il tuo B&B acquisterà valore (giustificando la differenza di prezzo).

Altri consigli: Se è Italiano, elimina quelle traduzioni in inglese. Non allegare immagini pesanti. Allega una foto di te nel B&B. Scrivi sempre il tuo numero di telefono, il link a Facebook e il link al sito.

Altri consigli su come scrivere email? 
Clicca qui

Solo per pochi altri giorni (penso una settimana ma devo ancora decidere) puoi scaricare il file che ha aiutato decine di gestori di B&B e strutture simili a migliorare le loro performances nelle prenotazioni.

Ti sarà utilissimo.

Per scaricarlo compila il modulo a destra, ti consiglio di farlo il prima possibile per evitare che esso non sia più disponibile.

A Presto!

Francesco – Occupy Bed and breakfast

 

Pensavi che Promuovere il tuo B&B fosse Semplice? Guarda qui…

L’articolo di oggi è un’Immagine realizzata appositamente per te da Occupy Bed and breakfast .

Di cosa parla? Di tutto il processo marketing: dall’acquisizione del cliente sino al post-vendita.

In cosa ti ritrovi? Cosa aggiungeresti? Cosa non hai afferrato?

Scrivilo nei commenti in basso!

(Clicca sull’immagine per ingrandirla)
processo marketing

[FB Day 4] – Come Promuovere un B&b su Facebook (Deals)

facebook adsBenvenuto al Day 4 dei 5 Giorni dedicati al tuo training su Facebook. Come Promuovere un B&B su Facebook sfruttando funzioni specifiche che vedremo tra poco.

Negli ultimi tre giorni hai:

” “]

  • Identificato il tuo cliente ideale
  • Analizzato la tua pagina sotto il filtro del cliente ideale
  • Hai una agenda giornaliera con orari consigliati da Recommend.ly
  • Scoperto modi semplici di inserire foto eccellenti sulla tua pagina
  • Postato una foto che il tuo cliente ideale sarebbe propenso a commentare, piacere a condividere

Ottimo! La tua pagina non solo sta migliorando, ma è stata completamente reinventata avendo sempre in mente il tuo cliente/tipo .  Perciò.. Indovina un po’?

 

E’ Ora di Trovarlo con le Facebook Ads!!

Gestire una campagna Facebook non deve essere stressante o costoso, in questo breve video ti mostro come trovare clienti per Promuovere il tuo B&B su Facebook in base ai loro interessi. Guarda il video che ho realizzato per te. (ti consiglio di metterlo a tutto schermo dopo il Play perché alcune scritte sono in piccolo).

 

 

E sulle persone NEL mio B&B?

 

C’è una cosa in più che voglio da te oggi, cioè incentivare le persone a fare “check in” presso il tuo B&B tramite Facebook Mobile. E’ veloce e facile, promesso!

Questa funzione non è disponibile per i marchi, ma per attività con un indirizzo fisico, quindi assicurati di aver correttamente compilato i campi della tua attività e che Facebook non faccia apparire nessun messaggio di errore nel riconoscimento dell’indirizzo che hai fornito.

Perché fare questo? Quando qualcuno fa check in dal tuo B&B, tutti i suoi amici di Facebook saranno notificati di tale azione (la maggior parte di essi è un tuo cliente ideale!) .

Questo è il miglior passaparola possibile in quanto diffonde esattamente il nome della tua attività alle persone giuste! E’ potente!

Ma non basta sperare che la gente faccia check-in. Semplicemente non funziona così…

E’ il tuo lavoro, la tua attività, di incoraggiare i check in.

 

Come convinco a fare Check In da Facebook?

 

Metti dei piccoli avvisi (come questi – ne troverò presto in italiano promesso-), parlane, stampali sulle ricevute, facci una cornicetta e mettila in stanza.

Fai di tutto perché i tuoi ospiti facciano check in. Perché non offrire qualcosa di locale (prodotti tipici, salami, ecc…)

 

Parliamo di Anna, la cliente ideale del negozio di giocattoli. Come la si incoraggia a fare check-in?

 

 

” “]Il negozio potrebbe mettere uno di quei cartelli raggiungibili dal link in alto, incoraggiando i clienti a fare check in e allegare nel contempo una foto dei loro bambini mentre scelgono il giocattolo.

In questo caso, oltre al check in, il proprietario avrà abbinato ad esso la foto (che sarà vista da tutte le amiche di Anna che sapranno del suo check in al negozio di giocattoli).

 

Quindi: potresti creare uno sconto, offerta o promozione ufficiale per il check in o semplicemente incoraggiarlo magari legandolo ad una componente emotiva come una foto. (Potresti offrire di scattargliela direttamente tu davanti al B&B o in stanza!)

 

Compiti Day 4:

  ” “]

  • Guarda il video per il targeting dei clienti
  • Giocaci un po’ con tale strumento per capire come targettizzare il tuo pubblico per avvicinarlo il più possibile al cliente ideale
  • Crea un ad per il tuo segmento di pubblico
  • Incentiva i Check ins presso la tua struttura
  • Scrivi nei commenti se preferiresti usare la strategia “Emozionale” o “Promozionale” per incoraggiare tali check in!

 Domani è l’ultimo giorno degli [FB Days] e ho una grande sorpresa per ricompensarti del lavoro che stai facendo,

Raggiungili!!

Francesco – Occupy Bed and Breakfast

[Adwords] ESERCIZIO su: Parole chiave (queste sconosciute)

parole chiave

Lo so, forse l’immagine è un po’ troppo didascalica, ma volevo rendere l’idea:   Una parola diventa una chiave quando collega un potenziale ospite al tuo Bed and breakfast.  

Semplice. Ora facciamo un esercizio interattivo e tu (mentalmente) dirai se le parole che ti propongo sono delle vere e proprie “chiavi” che  permetteranno al potenziale ospite di affacciarsi al tuo sito e conoscerti un po’ più da vicino.

 

Regole del gioco:

“star”]

  • Rispondi Parola per parola. Non passare subito alla successiva ma rifletti sul perché hai detto “Sì” o “No” ad una parola sul suo essere “Chiave” o meno.
  • Prima di rispondere, Immagina che il potenziale ospite digiti tali parole su Google.
  • (Solo per motivi pratici ipotizziamo che la tua città sia Siena)
  • Attenzione ai trabocchetti (Buhahahaha)
  • Per comodità di correzione io me le scriverei su un foglio e man mano che le leggo ci metto la spunta o meno!
  • Per ora non voglio darti molte indicazioni. Buttati e poi ti dico dove probabilmente hai sbagliato.

Parole chiave:

” “]

  • Bed and breakfast
  • Siena Bed and breakfast
  • B&B Siena
  • Bed breakfast Siena
  • B& breakfast siena
  • siena bb
  • dormire a siena
  • dove dormire a siena
  • sassi di matera
  • prenotazione palio siena
  • eventi siena
  • Siena
  • bad and breakfast siena
  • bb siena
  • ostello siena
  • agriturismo siena
  • B&B siena in centro
  • b&B siena in centro storico
  • b&b duomo di siena
  • b&b siena e provincia
  • bed and breakfast toscana
  • dormire a siena e dinotrni
  • pensioni siena e dintorni
  • B&B palio di siena
  • b&B siena economici
  • B&B hotel siena

Dividiamole in alcune categorie:  La prima categoria la dedichiamo alle parole da scartare categoricamente.

“arrow”]

  • Sassi di Matera. Vabbè che te lo dico a fare…
  • Prenotazione Palio Siena. Uno che scrive tale parola potrebbe cercare un B&B? Forse. Ma attualmente le sue esigenze sono altre e un click sul tuo annuncio potrebbe rivelarsi un click quasi impulsivo quindi poi, quando andrà a fare una ricerca specifica, probabilmente non se ne ricorderà.
  • Eventi Siena. Lo potrebbe cercare un turista ma anche un abitante della città . Riceveresti click inutili.
  • Siena. Lo ricercherebbe uno studente delle superiori, scartalo.
  • Bed and breakfast toscana. La ricerca è ampia e l’utente vuole consigli sulla toscana in generale. Non sa neppure lui dove voler andare . Un click si trasformerebbe in vendita con le stesse probabilità che i tuoi avi abbiano conosciuto Salvador Dalì.
  • Dormire a Siena e Dintorni. In teoria va bene ma sono i “Dintorni” che ti fregano . Spesso chi fa tali ricerche vuole qualcosa di economico e ha la macchina per andare a siena. Valuta tu.
  • B&B hotel a siena. Questi non li capisco. Vuoi un hotel o un B&B? Vuoi un trattamento da hotel o uno familiare da B&B? Vuoi spendere da hotel o da B&B? Meglio lasciar perdere.
  • Bed and Breakfast. E il nome della città che fine ha fatto? Se lo è mangiato? Che senso ha concorrere per la parola bed and breakfast senza il nome di una città?

La seconda categoria la dedichiamo alle parole da inserire obbligatoriamente .

“arrow”]

  • Le prime 5 (ad esclusione della primissima) andranno bene. Contengono la dicitura “Bed and breakfast” in varie declinazioni più la parola della tua città, ovvero ciò che il cliente cerca.
  • Bene anche “BB siena” e “BAD and breakfast siena”. Ok, il secondo ha sbagliato a scriverlo ma sta cercando comunque noi.
  • Su Dormire a siena e Dove dormire a siena vado cauto. Se Google me le valuta a buon mercato le tengo, se no le elimino senza troppi rimorsi.
  • Eventi . B&B palio di siena. Ottimo.

La terza e ultima sono le  parole che.. Dipende!

“arrow”]

  • Ostelli Siena e Agriturismi Siena. Pensi che a un utente che cerca un Agriturismo gli andrebbe bene anche il tuo B&B ?
  • Luoghi . Tipo BB siena centro, centro storico, duomo. Dipende dalla tua vicinanza a tali luoghi. E’ inutile far cliccare qualcuno e poi fargli scoprire che sei da tutt’altra parte. Evidentemente tale persona ha esigenze specifiche.
  • Costo . B&B Siena economici. Saresti tu l’offerta per tale parole chiave? Pensaci.

 Come vedi la scelta delle parole chiave da comunicare a Google per avviare la propria campagna è insidiosa e c’è ancora molto da dire . Per questo nei prossimi giorni parleremo di corrispondenze “a frase” “estese” e “specifiche”.

Niente di preoccupante, solo qualche dettaglio in più. Il grosso è fatto!

Scrivi nei commenti in basso (è importante) una parola chiave che avresti aggiunto per la tua città , magari collegata ad un particolare evento che ospita o una zona in particolare (Es: B&B concerto vasco milano o b&B nei sassi di matera o B&B vicino fontana trevi).

E’ un esercizio, fallo ora!  😉

Francesco – Occupy B&B

Come sfruttare la filosofia di Groupon per trarne un vantaggio personale

groupon logo

Groupon o si ama o si odia. Molti dicono sia un’ultima spiaggia per le aziende in crisi, altri affermano che il marketing te lo fanno “tutto loro” e che a te non resta che aprire le porte del tuo B&B a chi si presenta da te con questo fogliettino in mano.

Non sono ormai un mistero le commissioni che tali siti maturano a fronte della loro promozione.

Solitamente ti viene chiesto di scontare il prezzo normale di una tua camera del 50/60%. A tale sconto -che verrà proposto sul loro sito- verrà applicata una commissione che oscilla dal 30 al 45% quindi a te non rimarranno che briciole in mano .  

Volendo sfruttare un esempio realistico:

“arrow”]

  • Una doppia per due notti costa 160€
  • Il prezzo proposto su un sito di Deals è quindi di circa 79€ (diciamo per le prime 100 persone)
  • La commissione del 45% porta a te 43€
  • Il loro incasso è di circa 36€

Bene, 43€ per due notti.

Qui non si parla del perché e del per come scegliere o meno Groupon come partner commerciale (lo faremo approfonditamente in uno dei prossimi articoli) ma della possibilità di scegliere vie alternative sfruttando la stessa filosofia che attuano tali grndi portali .

Recentemente ho seguito un B&B che mi aveva chiesto di pubblicizzarsi su uno di questi siti. Io gli ho risposto che avrei condotto una “sperimentazione” per vedere se era possibile Proporre buone offerte senza intermediari (e quindi con un ricavo quasi doppio), ecco cosa abbiamo fatto:

“arrow”]

  • Una doppia per due notti costa 160€
  • Il prezzo proposto su un sito di Deals è quindi di circa 79€ (solo per le prime 100 persone)
  • Abbiamo creato un’offerta in evidenza sulla Home Page a 79€/due notti solo per 100 persone
  • ( Non vi erano commissioni da pagare a nessuno in tal caso )
  • L’incasso per vendita è salito dall’ipotetica cifra di 43€ a 79€. Il denaro risparmiato è stato investito in AdWords per portare traffico sul sito e concludere in meno di 30 giorni tale promozione.

I vantaggi, a parità di offerta, sono innumerevoli come puoi vedere. Tu hai mai attuato offerte del genere? Scrivi un commento in basso!